Recensione: The crazy ones

By | Leave a Comment






Trama

La serie segue le vicende di Simon Roberts, stravagante titolare di un'agenzia pubblicitaria di Chicago, e dei suoi dipendenti. Presso l'agenzia lavorano la figlia Sydney, che assume le vesti di direttore creativo, il copywriter Zach Cropper, il direttore artistico Andrew Kennedy e Lauren Slotsky, curatore editoriale.


Recensione 

Ho aspettato con ansia l'uscita di questo telefilm confidando sulla bravura recitativa di Robin Williams (suicidatosi di recente) e il fascino di Sarah Michelle Gellar. Credo che questo telefilm avesse delle potenzialità che purtroppo sono svanite puntata dopo puntata.
Amo questo genere di telefilm ma ho sofferto nel vedere Robin Williams come protagonista di questo prodotto. Lui era ancora vivo eppure guardalo in "The crazy ones" mi faceva chiedere quanto dovesse essere "disperato" per buttarsi in un ruolo del genere. Non fraintendete, io ho sempre amato Williams e proprio per questo l'ho trovato sprecato e poco credibile in questo telefilm. Dopo la sua morte ho saputo del reale flop della serie e del fatto che fosse stata una specie di ancora di salvezza per un uomo dal talento grandioso ma ormai accantonato dal cinema. Chi si ricorda il suo ultimo film da protagonista a quanto tempo fa risale? Per lo più faceva ruoli marginali in ottimi film.
Il telefilm è composto da una stagione e una ventina di puntate. Non le ho viste tutte proprio perché in ciascuna di quelle viste speravo che la trama e i personaggi decollassero ma così non è stato. I momenti con Williams sono tragi-comici e la Gellar cerca di fare del suo meglio ma onestamente l'ho vista in ruoli migliori di questo.
I momenti più simpatici vedono protagonisti gli altri tre attori del telefilm, e questo credo la dica lunga.
Da vedere senza aspettative



Post più recente Post più vecchio Home page

0 commenti: