Recensione: Il ragazzo della porta accanto

By | Leave a Comment





Parliamo di un bel thriller. Non so voi ma io sono amante di questo genere di film. Genere che specialmente verso fine anni 90 e inizio 2000 andava forte specialmente in televisione. Il più delle volte parlavano di uomini violenti e possessivi o donne perfide e manipolatrici. Farò un post interamente dedicato a questi film prossimamente.

Per ora vi parlo di "Il ragazzo della porta accanto", film del 2015. Onestamente non so se e quando questo film uscirà in Italia, io l'ho visto in lingua originale come spesso amo fare. Come attori di rilievo troviamo una Jennifer Lopez in splendida forma nei panni di una bellissima insegnante di letteratura amante della poesia, mamma amorevole e moglie innamorata e sofferente di John Corbett. Abbiamo poi un altro volto noto alle ragazze in quanto ha recitato in diversi Step Up e in 9 puntate di Pretty Little Liars, parliamo di Ryan Guzman.

La trama del film racconta la triste vita matrimoniale di Claire Peterson, Jennifer Lopez, che si trova a dover fare i conti fin da subito con i tradimenti del marito Garrett Peterson, John Corbett, che noi non vediamo in quanto la storia è già ben avviata. Il marito che ha lasciato il tetto coniugale, non so per scelta di chi dato che i due sono ancora innamorati. Cerca nonostante tutto di avere un buon rapporto con la moglie e il figlio adolescente organizzando gite e momenti insieme. Sarebbe tutto più semplice se la moglie non fosse così ferita da declinare ogni invito del marito mandandolo da solo con il loro figlio.

In tutta questa sofferenza per i tradimenti di Garrett, la cara moglie conosce il nipote del suo vicino di casa, Noah Sandborn: un ragazzo di 20 anni, bellissimo, con muscoli scolpiti, gentilezza che eccede e una grande premura nei confronti del nonno malato. A interpretare questo ragazzo perfetto è Ryan Guzman, il quale incontra la Lopez in un momento di bisogno della donna (e lui ovviamente si presta con le sue muscolose braccia). Da lì in poi c'è un susseguirsi di gentilezze reciproche e appuntamenti falliti di lei con uomini che una sua amiche cerca di farle conoscere. Finché una sera, per una serie di ragioni a favore dei due, Jennifer e Ryan finiscono a letto insieme. La cosa avviene più per desiderio di lui, e infatti subito dopo la donna cerca di rinnegare e sminuire quella notte di sesso in tutti i modi, scatenando l'ira del ragazzo. Il resto della trama dovrete scoprirla voi perché non ve la voglio bruciare.
Passiamo alla recitazione: Corbett lo conosciamo come attore e insomma... lo stile è quello. Non eccede ma comunque resta sempre credibile e affascinante nei suoi ruoli. Poi abbiamo la Lopez che in questo film fa anche da co-produttrice, e che onestamente ho preferito più nel film '"Via dall'incubo" in cui ho apprezzato tantissimo la sua interpretazione. In "Il ragazzo della porta accanto" più che altro spicca il suo bellissimo corpo grazie a diverse scene di nudo, e quasi nudo. Ryan invece se la cava molto bene nel ruolo del ragazzo psicopatico dimostrando che, oltre ad avere i muscoli, è anche bravo.
Il film mi è piaciuto tanto, avevo davvero voglia di vederne uno fatto così bene di questo genere. E poi, onestamente, la scena di sesso tra Jennifer e Ryan è davvero erotica e intensa, l'ho trovata decisamente più eccitante delle scene viste in "50 sfumature di grigio".
Questo film narra una forte complessità psicologica di una donna che ama un marito traditore e che lotta con se stessa per mantenere le distanze da lui. Abbiamo poi un adolescente insicuro che subisce il classico bullismo. Un marito che tradisce la moglie per problematiche matrimoniali trascurate. E un ragazzo che prima conquista tutti con la sua bontà, aiuta Jennifer e suo figlio in ogni circostanza... finché poi non si trasforma in un psicopatico sentendosi rifiutato dalla donna.
La trama non è delle più originali ma di certo migliore di tanti film di questo genere.
Suggerisco questo film agli amanti del thriller psicologico con contorno di erotismo e amore.



Post più recente Post più vecchio Home page

0 commenti: